sintomi prurito, sintomi prurito.

sintomi prurito, sintomi prurito.

Astratto

fisiopatologia

Pruritogens sono sostanze che stimolano le fibre prurito-mediata C. Queste fibre sono fibre amieliniche velocità di conduzione lenta (media 0,5 m / s) con ampi rami terminali. Queste fibre trasmettono al corno dorsale del midollo spinale e attraverso il tratto spinotalamico laterale al talamo, e infine la corteccia somatosensoriale. Il cervello interpreta allora questo come la sensazione di prurito.

mediatori

Studi sul prurito hanno portato ad una migliore comprensione della fisiopatologia di questo processo. Si tratta di un processo complesso che coinvolge un gran numero di sostanze e recettori pruritogenic. La sostanza prurito-mediare più notevole è l’istamina. Viene memorizzato mastociti e cheratinociti. 3

Istamina. Nel 1920, Sir Thomas Lewis ha dimostrato che l’iniezione intradermica di istamina suscitato prurito e una risposta vascolare con eritema, pomfo, e flare. Questi sono i sintomi esposti in orticaria. 4, 5 Antistaminici di solito trattare i sintomi di orticaria, ma alcuni casi rispondono poco, indicando ci sono altri mediatori, come citochine e chemochine. 2 Sebbene efficace, il ruolo effettivo di antistaminici nel ridurre il prurito può essere dovuto più all’effetto sedativo. Sembra antistaminici non-sedativi non hanno alcun effetto sul prurito dermatosi assenti eritema e formazione di pomfo. 6

L’istamina può anche essere rilasciato attraverso i recettori delle immunoglobuline E, complemento, C5a, e tachichinine, tra cui la sostanza neuropeptide P (SP). 4 istamina mostra tachifilassi su ripetute iniezioni di istamina, e quindi generalmente non mediare prurito cronica persistente.

Non è stato fino al 1955 che Shelley e Arthur isolati a fuoco endopeptidasi labile dalla pianta mucuna, mucunain, che produce prurito su iniezione subepidermica. 11 I giamaicani sono stati inconsapevolmente alterando una sostanza termolabile quando bollire le spicole della pianta Mucuna.

fattori meccanici possono svolgere un ruolo nella prurito, compreso il calore (vasodilatazione) e xerosi. prurito notturno, che è spesso di natura organica, è associata con l’aumento dell’attività parasimpatica e una soglia abbassata a prurito.

Eziologia

cause di prurito dermatologici

La dermatite erpetiforme è un’eruzione raro, ma intensamente pruriginosa, papulo-vescicolare che si verificano sulle superfici estensori nei giovani adulti. La diagnosi è fatta con i risultati clinici e istologici, nonché immunoglobulina A (IgA) deposizioni in papilla dermica.

In fibra di vetro è una rara, ma importante irritante per la pelle. Quando i pazienti pongono tende vetroresina in lavatrice, i vestiti divengono successivamente impregnati con le fibre, provocando un prurito grave e fastidioso.

I pazienti affetti da prurito persistente e senza diagnosi specifica sono spesso esteriormente calma, ma nascondere sentimenti di dolore, rabbia, debolezza e inferiorità. Questi pazienti possono indossare le loro emozioni sulla loro pelle, piuttosto che sulla loro manica. Altri studi mostrano graffi per rappresentare il risentimento repressa o una forma di auto-punizione. Musaph, 15 dopo aver esaminato centinaia di pazienti con prurito di eziologia incerta, sente che il prurito è il risultato di emozione contrastato. Molti pazienti zero, senza prurito, come un rilascio di tensione emotiva. Inoltre, dal momento che grattarsi può produrre lieve dolore, piacere, e afterglow, Musaph paragona il ciclo piacere prurito-graffio ad una forma di autoerotismo. In altri pazienti, può essere una forma di auto-tortura.

Non è chiaro come la tensione e le emozioni represse sono coinvolti nel paziente prurito. Come medici, è importante cercare di identificare il ruolo di questi fattori giocano. Raccontare un paziente che il prurito è nella sua testa non risolverà il problema e può creare ulteriori sentimenti negativi. Il paziente deve essere rassicurante educato ai diversi ruoli che le emozioni giocano. conflitti sottostanti gravi, quando presente, devono essere valutati e trattati.

Sistemico. Il paziente con prurito generalizzato che si presenta senza evidenti dermatologici o causa psicologica dovrebbe essere valutata per la malattia sistemica (Tabella 2).

malattie sistemiche associate a prurito

L’insufficienza renale cronica è una causa importante di prurito generalizzato persistente. pazienti uremici, che ora vivono più a lungo dopo l’avvento di emodialisi, hanno una maggiore incidenza di prurito.

Cinquanta anni fa, solo il 20 per cento dei pazienti con uremia sviluppato prurito; ora 80 e il 90 per cento può eventualmente sviluppare un forte prurito intrattabile. 16 Il prurito può verificarsi ovunque sul corpo, non è associato a lesioni cutanee, ed è solo vagamente correlata con il grado di uremia. La causa è incerto, ma le teorie includono elevati livelli di istamina, iperparatiroidismo secondario, e neuropatia periferica. L’inefficacia di H1 e H2 bloccanti implica un endopeptidasi o chinina, che possono accumularsi. studi clinici di successo con luce ultravioletta (UV) suggeriscono un mediatore sistemica fotolabile.

colestasi epatica può causare prurito in una varietà di malattie. Quasi tutti i pazienti con cirrosi biliare primaria hanno prurito, e può essere la manifestazione che presenta in più della metà di tutti i casi. Colestasi della gravidanza, extraepatica ostruzione biliare, epatite, e un certo numero di farmaci, tra cui fenotiazine, tolbutamide, eritromicina, e contraccettivi orali, possono tutti causare una significativa prurito. Il prurito può essere correlato ad un accumulo di sali biliari nella pelle, anche se non vi è alcuna correlazione diretta. I sali biliari possono influenzare direttamente i nervi cutanei, causando mastociti a rilasciare istamina, o possono liberare proteasi, che successivamente provocano prurito.

Tra le malattie endocrine, tireotossicosi è associata a prurito in un massimo di 10 per cento dei pazienti, in particolare quelli con malattia di lunga data. L’aumento della temperatura del corpo, chinine, e vasodilatazione giocano tutti un ruolo. L’ipotiroidismo probabilmente contribuisce al prurito attraverso la pelle secca associata. Il diabete è una causa spesso citato ma poco documentato di prurito generalizzato. 17 Lo studio migliore documentato aveva solo un’incidenza del tre per cento, indicando sovrastima. I pazienti con diabete sono inclini, tuttavia, prurito anale e vulvare dalle infezioni da Candida. La sindrome carcinoide, anche se raro, può essere la causa del prurito associato ad un aumento dei livelli di istamina e callicreina.

Attraverso una degranulazione dei mastociti, gli oppiacei possono causare prurito, che può essere il sintomo di presentazione dei tossicodipendenti. Ci sono segnalazioni di casi di asma presentano con prurito prodromico, angina atipica associate a prurito nasale e tumori cerebrali si manifestano con prurito feroce delle narici.

approccio diagnostico

Nel valutare il paziente con prurito significativo, il medico deve avere un’attenta anamnesi, prestando attenzione alla gravità e qualità del prurito e l’influenza dei fattori ambientali. Il medico deve cercare di valutare i pazienti stato psicologico generale e il grado di distruzione del suo stile di vita. Durante gli esami fisici, nota attenzione dovrebbe essere fatta di lesioni primarie cutanee, che possono suggerire una diagnosi dermatologica, così come lesioni secondarie da graffi. sfregamento persistente può causare eritemi e placche infine confluenti di pelle lichenified, che sono indistinguibili da dermatite atopica. graffi prolungato può causare il margine libero dei chiodi per diventare smussato e può essere di aiuto nella diagnosi quando i pazienti non sono consapevoli della loro graffi. Esame della pelle con dermatographism, definito come il verificarsi di un livido lineare al sito di applicazione accarezzando della pelle, può essere un’aggiunta utile se si sospetta urticaria fisico.

Per quei pazienti senza cause evidenti di lesioni cutanee primarie che non hanno risposto ad un ciclo iniziale a breve termine della terapia antipruritic, si consiglia di laboratorio iter. Un conteggio completo delle cellule del sangue con differenziale può efficacemente lo screening per i disturbi ematopoietici. concentrazione di glucosio nel siero escluderà diabete mellito. test di funzionalità epatica sono indicati per escludere disturbi colestasi. Un pannello di chimica di base valuterà azotemia e creatinina insieme ad un esame delle urine per rilevare disfunzione renale. Un roentogram torace può mostrare palese allargamento del mediastino associata alla malattia Hodgkins. Un test di screening della tiroide è probabilmente indicato, anche se avrà una bassa resa in assenza di fattori suggestivi e può essere considerata opzionale. Un test degli anticorpi HIV è indicato per i pazienti con fattori di rischio storici.

Trattamento

studio Nojimas su pelle secca in topi cannella Nishiki, un eczema atopico modello animale simulazione, dimostrato che la pelle secca indotto trasmissione in fibra nervosa e un aumento del numero di fibre nervose nell’epidermide. Ulteriori differenze di idratazione della pelle tra i siti rostrale e caudale dimostrato che vi è comunicazione tra lo strato corneo e fibre nervose. la ricerca futura Questi risultati aperti relativi a pelle secca e prurito.

terapie antiprurito documentate includono agenti topici, agenti sistemici, modalità fisiche e trattamenti non farmacologici per il prurito. 20

Studi randomizzati e controllati di agenti di seconda generazione, anche se limitata, hanno dimostrato che levocetirizina raggiunto pomfo totale ei riflessi di inibizione (95%) con un picco di inibizione pomfo raggiunto in quattro ore e la durata relativamente più lungo di attività a 21.4 ore (P 0,0001). 22

Una singola dose, di prova cross-over confronto tra gli agenti di seconda generazione, ha riferito l’ordine di efficacia, dal più al meno efficaci come: levocetirizina 5 mg fexofenadina 180mg MIZOLASTINA 10mg Ebastine Loratadine 10mg 10mg al placebo. 30, 31 Questi agenti più recenti mostrano effetto profili favorevoli senza grossi inibizione del citocromo P450, effetti sul sistema nervoso centrale limitate, sedazione minima, e disabilità motoria minima. 25, 26

agente psicotrope. Doxepin, un composto triciclico, tipicamente usato per trattare la depressione e l’ansia, è stato trovato per esporre potenti proprietà anticolinergiche H1 e H2 antistaminico e. In uno studio, doxepin è risultato essere più efficace di idrossizina o difenidramina nell’attenuare il prurito nei pazienti con orticaria idiopatica. 27 Doxepin può essere applicato localmente o somministrato per via sistemica. La sua utilità è limitata a volte perché provoca sonnolenza in circa il 25 per cento dei pazienti. 20

Mentolo e fenolo. Mentolo e fenolo sono agenti che sono stati aggiunti alla crema acquosa per formare una crema composto 1 al 2% che attiverà fibre nervose per trasmettere una sensazione di fresco. Questa sensazione di raffreddamento può ridurre la percezione del prurito. 20, 29

I corticosteroidi topici. I corticosteroidi topici alleviare il prurito che è secondario a patologie infiammatorie. Tuttavia, la loro utilità è limitata a trattamento a breve termine dato che essi possono provocare effetti negativi, come teleangectasie, atrofia, e strie se usato a lungo termine. 18, 29

Aspirina. Uno studio l’uso della soluzione di aspirina 3% topica condotti su pazienti con prurito localizzato cronica 30 dimostrato significativa riduzione del prurito.

Acido salicilico. acido salicilico topica in combinazione con immunomodulatori topici, come tacrolimus e pimecrolimus, può essere efficace nel ridurre il prurito.

Nuove possibilità nella riduzione del prurito nei pazienti con dermatite atopica 3, 13, 19 sono agenti topici che inibiscono serina proteasi e quelli che inibiscono fattore di crescita nervosa e neurotrofina 4.

antagonisti dei recettori oppioidi. Gli studi clinici controllati supportano l’uso di antagonisti dei recettori degli oppioidi, come il naloxone e naltrexone, per prurito associato a colestasi, uremia, e varie malattie dermatologiche. 20, 31 Va osservato, tuttavia, che ci sono stati risultati contrastanti negli studi clinici sull’efficacia di naltrexone in prurito uremico. 32

resina a scambio anionico. Colestiramina, una resina a scambio anionico orale, è efficace per il sollievo del prurito biliare. Il suo meccanismo di azione è incerta, ma può essere parzialmente correlata alla rimozione dei sali biliari. 16

inibitore della ricaptazione della serotonina. Fluoxetina, un inibitore della ricaptazione della serotonina, è stata utilizzata nel trattamento del prurito colestatico. 2, 20, 29

Antidepressivo. Mirtazapina, un antidepressivo che stimola norepineprhine e serotonina rilascio e contemporaneamente bloccare i recettori della serotonina, è stata utilizzata nel trattamento del prurito notturna 33 e prurito associato con linfoma, colestasi, e uremia. 2, 34 Effetti collaterali e interazioni farmacologiche di questo agente sono considerati il ​​minimo, il che rende un’alternativa sicura per il trattamento del prurito.

Gamma-aminobutirrico analogo dell’acido. Gabapentin, un analogo strutturale di acido gamma-amminobutirrico, blocca la via afferente neuropatico. Questo agente è stato effettivamente utilizzato nel prurito brachioradiale, sclerosi multipla indotta prurito e prurito neuropatico. 13, 20, 29, 30

La terapia ultravioletta. La terapia UVB, soprattutto a banda stretta UVB, è efficace nel prurito associato con uremia. 2 I risultati possono essere abbastanza drammatica, con conseguente rapido miglioramento per i pazienti con grave prurito. La terapia UVB è stata sostenuta anche nel trattamento del prurito colestatico. 18

Conclusione

Il prurito è un complesso, ma non è raro, fenomeno di grande interesse per dermatologi e medici di assistenza primaria. Non esiste un unico mediatore di questa sensazione, e come più si apprende circa la fisiopatologia di questo sintomo, farmacoterapie supplementari sono state introdotte come discusso in questo documento. Una storia completa e un esame fisico consentono al medico di separare le cause in dermatologiche, psicologica, o sistemica. Trattamenti specifici possono effettuare, ove necessario e generali misure, come gli antistaminici ed emollienti, possono anche fornire benefici significativi.

Informazioni collaboratore informazioni

Yvette A. Tivoli, Palmetto General Hospital, Hialeah, in Florida.

Richard M. Rubenstein, co-direttore, Wellington Regional Medical Center Dermatologia programma, Wellington, Florida.

Riferimenti

1. Tonneson M. prurito. In: Fitzpatrick TB, Eisen AZ, Wolff K, et al. redattori. Dermatologia in Medicina Generale. New York: McGraw-Hill; 1979. pp. 32-34.

2. Twycross R, Greaves MW, Handwerker H, et al. Itch: graffiare più di superficie. QJM. 2003; 96: 7-26. [PubMed]

4. Greaves MW, PD parete. Fisiopatologia del prurito. Lancetta. 1996; 348: 938-940. [PubMed]

5. mediatori Hgermark O. prurito. Semin Dermatol. 1995; 14 (4): 271-276. [PubMed]

6. Hgermark O. periferico e mediatori centrali di prurito. Pharmacol pelle. 1992; 5 (1): 1-8. [PubMed]

7. Rukwied R, Lischetzki, et al. mediatori mastociti diversi da istamina inducono prurito nella dermatite atopica: uno studio cutanea microdialisi. Br J Dermatol. 2000; 142: 1-8. [PubMed]

8. Heyer GR, et al. Recenti studi di nocicezione cutanea in atopica e soggetti atopici. J Dermatol. 1999; 26: 77-86. [PubMed]

9. Miyoshi M, Sakurai T, Kodama S. valutazione clinica dei leucotrieni urinaria livelli E4 in bambini con dermatite atopica. Areragi. 1999; 48 (10): 1148-1152. [PubMed]

10. Herndon JM. Jr. Prurito: fisiopatologia del prurito. Int J Dermatol. 1975; 14: 465-484. [PubMed]

11. Shelley WB, Arthur RP. Studi su Cowhage (Mucuna pruriens ): Proteinasi pruritogenic, mucunun. Arch Dermatol. 1951; 72: 399-406. [PubMed]

13. Summey BT, Jr. Yosipovitch G. farmacologica progressi nel trattamento sistemico di prurito. Dermatol Ther. 2005; 18 (4): 328-332. [PubMed]

15. Musaph H. Psicodinamica negli stati prurito. Int J Psicoanal. 1968; 49: 336-340. [PubMed]

16. R. Rubenstein Prurito: un nuovo sguardo su un vecchio problema. J Fam Pract. 1987; 24 (6): 625-629. [PubMed]

17. Greenwood AM. Uno studio della pelle in 500 casi di diabete. JAMA. 1927; 88: 774-776.

18. Yosipovitch G, David M. L’approccio diagnostico e terapeutico per idiopatica prurito generalizzato. Int J Dermatol. 1999; 38 (12): 881-887. [PubMed]

19. Yosipovitch G. Prurito nel nuovo millennio: punti salienti del Secondo Workshop Internazionale per lo Studio della Itch, Toyoma, Giappone. J Am Acad Dermatol. 2004; 51 (4): 625-627. [PubMed]

23. Simons FE. farmacologia comparativa di antistaminici HI: rilevanza clinica. Am J Med. 2002; 113 (9A): 38S-46S. [PubMed]

24. Concessione JA, Riethuisen JM, Moulaert B, DeVos C. Un doppio cieco, randomizzato, a dose singola, il confronto incrociato di levocetirizina, con Ebastine, fexofenadina, loratadina, mizolastina, e placebo: la soppressione di istamina indotta wheal-e- bagliore risposta durante le 24 ore nei soggetti sani di sesso maschile. Ann Allergy Asthma Immunol. 2002; 88 (2): 190-197. [PubMed]

26. Popov TA, Dumitrascu D, Bachvarova A, et al. Un confronto di levocetirizina e desloratadina nel pomfo indotta da istamina e la risposta bagliore in pelle umana in vivo. Inflamm Res. 2006; 55 (6): 241-244. [PubMed]

27. Greene SL, Reed CE, Schroeter AL. studio crossover in doppio cieco a confronto Doxepin con difenidramina per il trattamento di orticaria cronica. J Am Acad Dermatol. 1985; 12 (4) [PubMed]

28. Breneman DL, Cardone JS, Blumsack RF, et al. capsaicina topica per il trattamento del prurito di emodialisi-correlati. J Am Acad Dermatol. 1992; 26 (1): 91-94. [PubMed]

30. Yosipovitch G, Sugeng MW, Chan YH, et al. L’effetto di topicamente dell’aspirina applicato su neurodermatite circoscritta localizzata. J Am Acad Dermatol. 2001; 45 (6): 910-913. [PubMed]

32. Pauli-Magnus C, Mikus G, Alscher DM, et al. Naltrexone non esime prurito uremico: risultati di uno studio in doppio incrociato randomizzato, cieco, controllato con placebo. J Am Soc Nephrol. 2000; 11 (3): 514. [PubMed]

33. Hundley JL, Yosipovitch G. mirtazapina per ridurre il prurito notturna nei pazienti con prurito cronico: uno studio pilota. J Am Acad Dermatol. 2004; 50 (6): 889-891. [PubMed]

34. Greaves MW. Itch in malattia sistemica: opzioni terapeutiche. Dermatol Ther. 2005; 18 (4): 323-327. [PubMed]

Letture consigliate

1. Yosipovitch G, Greaves MW, Schmelz M. Itch. Lancetta. 2003; 361 (9358): 690-694. [PubMed]

3. Ikoma A, Fartasch M, Heyer G, et al. stimoli dolorosi evocano prurito nei pazienti con prurito cronico: sensibilizzazione centrale per il prurito. Neurologia. 2004; 62 (2): 212-217. [PubMed]

4. Feiner AS, Mahmood T, Wallner SF. Prognostica importanza del prurito nella malattia Hodgkins. JAMA. 1978; 240 (25): 2738-2740. [PubMed]

5. Bosonnet L. Prurito: graffiare la superficie. Eur J Cancer Care (Engl) 2003; 12 (2): 162-165. [PubMed]

6. Jenkins JK, Boothby LA. Trattamento di prurito associato a colestasi gravidica. Ann Pharmacother. 2002; 36 (9): 1462-1465. [PubMed]

7. PD Yesudian, Wilson NJ. Efficacia di gabapentin nel trattamento del prurito di origine ignota. Arch Dermatol. 2005; 141 (12): 1507-1509. [PubMed]

Articoli da The Journal of Clinical ed Estetica Dermatologia sono forniti qui per gentile concessione di Matrix comunicazioni mediche

Related posts

  • Il prurito in alcune malattie interne, trattamento prurito.

    Astratta Parole chiave: prurito, sensazione sgradevole, prurito, malattie interne, antistaminici, colestasi, uremia, dialisi, malignità Una semplice definizione di prurito o prurito è il …

  • Prurito negli anziani, ciò che aiuta prurito della pelle.

    Case Report J. D. un 85-year-old femminile residente di una struttura a lungo termine-cura, è stato recentemente valutato per prurito generalizzato. La sua storia clinica comprende demenza, diabete mellito, …

  • Prurito (PDQ®) -Salute professionale …

    Sommario Ai fini di questa discussione, un focus sarà posto sulla prurito in assenza di una dermatosi primaria, come spesso riscontrato in pazienti che ricevono il trattamento del cancro. Però,…

  • Prurito anale, prurito simplex.

    1 Dipartimento di Chirurgia Generale, Ospedale University College, London, UK 2 Dipartimento di Chirurgia Generale, Colchester General Hospital, Colchester, Essex, Regno Unito 3 Dipartimento di Chirurgia Generale, …

  • Psoriasi cause, sintomi, il trattamento …

    Esistono Psoriasi trattamento Molti trattamenti per la psoriasi. Tuttavia, la costruzione di un regime terapeutico efficace non è necessariamente complicato. Ci sono tre tipi di base di trattamenti …

  • Ondansetron trattare prurito …

    Estratto prurito intrattabile è un sintomo di malattia epatica colestatica di diverse cause che è fastidioso e difficile da gestire. Sebbene il trattamento della causa primaria di colestasi è …